La nostra idea di Consulenza alimentare

La prescrizione di diete implica sempre l’imposizione di una scelta circa il tipo di alimenti, la loro modalità di preparazione e specialmente la quantità consentita e il loro abbinamento. Questa scelta è quasi sempre fatta dal terapeuta, nutrizionista, medico, e quasi mai condivisa in pieno dal cliente. La dieta, qualsiasi dieta, costituisce uno stress proprio perché obbliga a un regime alimentare in conflitto con quelle che sono le esigenze della persona, in fondo quasi tutto ciò che ci piace è controindicato in una corretta alimentazione. E’ molto importante sottolineare che il medico specializzato in scienza dell’alimentazione si occupa, nella quasi totalità dei casi, di predisporre programmi dietetici di dimagrimento o di eliminazione di determinati cibi e nutrienti in relazione a specifiche patologie. Il naturopata invece, opera preventivamente attraverso una “pulizia del terreno”, cioè consigliando forme naturali di disintossicazione e drenaggio, e poi fornendo indicazioni che non hanno come obiettivo primario una modificazione organica e metabolica volta a contrastare gli effetti di una patologia, ma al contrario, a ridare energia e riattivare le normali funzioni dell’organismo. Il consulente della salute oltre a porre in primo piano questi aspetti, avrà come obiettivo quello di permettere al soggetto il recupero della salute, del benessere e della sua vitalità, certo che l’auspicata perdita di peso sia solo una conseguenza della migliorata condizione psicofisica.  Ma è opportuno ricordare che in naturopatia l’intervento parte sempre da una correzione dell’alimentazione, preceduta da una disintossicazione, e che la cura dell’alimentazione non è che uno degli aspetti della cura di sé stessi. La consulenza alimentare è quindi inserita in un contesto più ampio, di cura della persona nella sua globalità.

Add Your Heading Text Here

La nostra idea di Consulenza alimentare La prescrizione di diete implica sempre l’imposizione di una scelta circa il tipo di alimenti, la loro modalità di preparazione e specialmente la quantità consentita e il loro abbinamento. Questa scelta è quasi sempre fatta dal terapeuta, nutrizionista, medico, e quasi mai condivisa in pieno dal cliente. La dieta, qualsiasi dieta, costituisce uno stress proprio perché obbliga a un regime alimentare in conflitto con quelle che sono le esigenze della persona, in fondo quasi tutto ciò che ci piace è controindicato in una corretta alimentazione. E’ molto importante sottolineare che il medico specializzato in scienza dell’alimentazione si occupa, nella quasi totalità dei casi, di predisporre programmi dietetici di dimagrimento o di eliminazione di determinati cibi e nutrienti in relazione a specifiche patologie. Il naturopata invece, opera preventivamente attraverso una “pulizia del terreno”, cioè consigliando forme naturali di disintossicazione e drenaggio, e poi fornendo indicazioni che non hanno come obiettivo primario una modificazione organica e metabolica volta a contrastare gli effetti di una patologia, ma al contrario, a ridare energia e riattivare le normali funzioni dell’organismo. Il consulente della salute oltre a porre in primo piano questi aspetti, avrà come obiettivo quello di permettere al soggetto il recupero della salute, del benessere e della sua vitalità, certo che l’auspicata perdita di peso sia solo una conseguenza della migliorata condizione psicofisica.  Ma è opportuno ricordare che in naturopatia l’intervento parte sempre da una correzione dell’alimentazione, preceduta da una disintossicazione, e che la cura dell’alimentazione non è che uno degli aspetti della cura di sé stessi. La consulenza alimentare è quindi inserita in un contesto più ampio, di cura della persona nella sua globalità.