Mangiare patatine fritte non vi ucciderà!

  • 0 Comments
  • 05 June 2018

Ci sono molte ragioni per non mangiare patatine fritte e una sola ragione per mangiarle: sono buonissime. Questa è l’unica ragione per cui ne abbiamo bisogno. Nessuno mangia patatine fritte perché pensa che facciano bene alla salute. Ma la prossima volta che mangerete delle patatine croccanti, appena servite, e vi sentirete dire da qualcuno “lo sai che le patatine fritte raddoppiano il rischio di mortalità?” potrete stare tranquilli sapendo che ha torto.

 

L’intero problema si può riassumere con in una frase: la correlazione non implica la causalità. E’ importante ricordare questa frase ogni volta che leggiamo qualsiasi informazione nutrizionale. Solo perché un gruppo di persone che mangia patate fritte più di tre volte alla settimana ha un tasso di mortalità più alto di un gruppo di persone non le mangia non significa che le patate siano la causa dell’aumento della mortalità; quasi sicuramente le stesse persone avranno altre abitudini o problemi che le renderanno vulnerabili aumentando il rischio di malattie e morte.

Per i salutisti, è probabile che le persone che scelgono di mangiare patatine fritte non si preoccupano abbastanza della propria salute e probabilmente consumano anche più zucchero in generale. Lo studio pubblicato di recente su The American Journal of Clinical Nutrition, che ha finito per incriminare le patatine fritte, non prende in considerazione l’assunzione di patate in generale, ma si basa solo sul consumo di patate fritte che gli autori hanno collegato con una certa casualità statistica a tassi di mortalità più alti. Questo studio inizialmente non riguardava nemmeno il consumo di patate, la sperimentazione clinica da cui sono stati tratti i dati riguardava in realtà l’osteoartrite. Non c’è nulla di intrinsecamente sbagliato nel prendere i dati da uno studio e analizzarli da una prospettiva diversa. È però un po’ strano osservare i dati sul consumo di patate da uno studio il cui obiettivo era quello di esaminare il dolore al ginocchio. Ed è ancora più strano quando vieni a sapere che i soggetti coinvolti nello studio dovevano avere le seguenti caratteristiche: essere in sovrappeso, aver avuto un infortunio al ginocchio, aver avuto dolore al ginocchio nell’ultimo anno. Questa tipologia di persone rappresentano un sottogruppo troppo specifico della popolazione se si ha l’intenzione di fare affermazioni generali sul consumo di patate fritte.


Ricapitolando: le patate fritte non fanno bene alla salute. Mangiare ‘cibo spazzatura’ non sarà ovviamente mai una scelta salutare. Le patatine contengono amidi e grassi ed è bene limitare il consumo di entrambe le cose. Ma con moderazione – e in combinazione con una dieta sana e l’esercizio fisico – starete bene. Di tanto in tanto godetevi le patatine fritte e smettetela di stressarvi con le privazioni.

 

Referenze:

https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT00080171

Leave a Comment