Siamo unici e unica è la cura che funziona su di noi

  • 0 Comments
  • 14 May 2018

Individuare i fattori che rendono unica una persona potrebbe cambiare l’intero panorama del modo in cui ci prendiamo cura della nostra salute, dai piani di esercizio fisico alle diete personalizzate e persino ai trattamenti per la cura della pelle. Il concetto di personalizzazione sta finalmente eclissando la mentalità della “taglia unica”, superando la nozione errata secondo cui ciò che funziona per la maggior parte delle persone probabilmente funzionerà per noi.

 

Il nostro codice genetico pone le basi per ciò che ci rende unici ma sono le interazioni con l’ambiente, lo stile di vita e le abitudini a regolare i ‘tag’ epigenetici sui geni, cambiando nel tempo alcune cose di noi.

 

L’epigenetica personalizzata si è già affermata come la nuova frontiera della cura della pelle. Una startup statunitense dal nome EpigenCare lavora per personalizzare la cura della pelle sulla base dei tag epigenetici. Il test a cui sottopongono i pazienti utilizza una speciale tecnica di sequenziamento di ultima generazione, nota come sequenziamento del bisolfuro, per misurare i livelli di metilazione del DNA su specifici geni correlati alle caratteristiche della pelle, come ad esempio invecchiamento, elasticità, sensibilità e pigmentazione.

 

In base al risultato del test, EpigenCare raccomanda prodotti che variano nella composizione degli ingredienti perché devono agire su marcatori specifici. Ogni meccanismo epigenetico può silenziare i geni la cui espressione contribuisce a un aspetto bello e giovanile. Ad esempio, un gene legato all’elasticità della pelle più è metilato, più saranno presenti delle rughe e i prodotti indicati per il trattamento saranno quelli contenenti ingredienti che influenzano funzionalmente quel gene. SEC31L2 è un esempio di marcatore epigenetico attenzionato da EpigenCare. Nella pelle degli individui più anziani questo gene è altamente metilato, la metilazione riduce la quantità di proteine ​​che impediscono una buona secrezione di collagene quindi i prodotti agiranno in maniera mirata su SEC31L2, potenziando la secrezione di collagene.

 

Nel settore della cura della pelle, siamo tutti in accordo sul fatto che non esiste un prodotto universalmente efficace o che funzioni per tutti. La ricerca suggerisce che la nostra pelle è un paesaggio dinamico in grado di accumulare stimoli ambientali come l’inquinamento, l’esposizione al sole, il fumo e la dieta. Ciò che ora può essere utile alla carnagione di un individuo potrebbe non essere efficace l’anno prossimo o durante la prossima stagione, le caratteristiche della pelle cambiano e le sostanze chimiche contenute nelle creme rischiano di procurare una nuova aggressione alla pelle stessa, è utile tentare un approccio personalizzato basato sul danno che la pelle della persona ha subito nel tempo.

 

L’elaborazione dei dati ottenuti da strumenti in costante miglioramento, permette ai ricercatori di utilizzare l’epigenetica come una strada innovativa per la cura della pelle e per la salute in generale. All’interno dei nostri epigenomi si trova una unicità biologica che vale la pena trattare con cure altrettanto uniche.

 

Leave a Comment